logo or
Naturismo in Italia - Spiagge naturiste in Italia
Ricordiamo che in Italia non esiste una legge che regolamenta e garantisce la pratica del Naturismo nei luoghi pubblici. oggi ci sono 9 spiagge Naturiste ufficialmente autorizzate dalle amministrazioni locali, mentre una serie di altre spiagge libere la pratica del Naturismo è tollerata poichè presidiate dalle Associazioni Naturiste FENAIT presenti sul territorio italiano.

NATURISMO UFFICIALE

 

Regione: Toscana
nido nidodellaquila
SPIAGGIA NATURISTA UFFICIALE
Autorizzata alla pratica naturista dalle Amministrazioni locali.

Nido dell'Aquila
Parco Naturale di Rimigliano - San Vincenzo (Livorno)

La Spiaggia si trova all'interno del Parco Naturale di Rimigliano, circa a 6 Km a Sud di San Vincenzo sulla via della Principessa.
COme raggiungerla.
Dall'abitato di San Vincenzo si percorrein direzione sud la Strada della Principessa che corre parallela al mare fra San Vincenzo e Populonia.
Dopo circa 6 km dall'uscita dell'abitato si trovano sul lato mare due poderi, distanti fra loro circa 200 m.
Il primo è stato ristrutturato e adesso si chiama Podere Tuscania, mentre il secondo podere (detto Nido dell'Aquila).
Dal parcheggio del Podere Tuscania seguire il sentiero fino al mare, quindi camminare a sinistra lungo la spiaggia per altri 50/100 metri in direzione del primo promontorio.
In tutto occorrono non piu' di 10 minuti di cammino


Regione: Toscana
capol2 capol3
SPIAGGIA NATURISTA UFFICIALE
Autorizzata alla pratica naturista dalle Amministrazioni locali.

Spiaggia di Acquarilli
Isola d'Elba - Toscana

Spiaggia affascinante per la sabbia ed i piccoli ciottoli neri

Una splendida spiaggia di sabbia e ciotoli neri circondata da una costa quasi a strapiombo, con il verde che arriva proprio a ridosso della spiaggia.
Il parcheggio, con pochi posti disponibili, è sul colle che sovrasta le spiagge. Molto bello il panorama che da qui domina tutta la costa capoliverese, dalla spiaggia di Acquarilli sulla destra, alla spiaggia di Norsi sulla sinistra e così via fino all'isolotto dei Gemini davanti alla spiaggia dell'Innamorata. A rendere ancora più suggestivo il tutto, la trasparenza dell'acqua che riflette i fondali che scendendo si ammirano dall'alto.
La spiaggia è divisa in due parti da una piccola sporgenza della roccia. Non ci sono servizi di alcun genere. Essendo prevalentemente costituita da sabbia e piccoli ciottoli neri è una spiaggia particolarmente calda: consigliato scendere con un ombrellone per ripararsi dal sole.
La costa alta e frastagliata e il sentiero particolarmente scosceso con un dislivello di circa 100 metri, rendono molto difficile la discesa verso la spiaggia. Essendo non facilmente raggiungibile è sempre stata luogo ideale per praticare il naturismo. Con una delibera del 2015, il comune di Capoliveri ha deciso di regolarizzare questa pratica, rendendo la spiaggia di Acquarilli riservata al naturismo.
Il tratto di spiaggia riservato alla pratica Naturista è lungo 220 metri e si trova sul versante sud della baia.


Regione: Lazio
capocotta capocotta
SPIAGGIA NATURISTA UFFICIALE
Autorizzata alla pratica naturista dalle Amministrazioni locali.

Spiaggia di Capocotta
Lido di Ostia (Roma)

Lido di Ostia (Roma) - Spiaggia di Capocotta - km. 9 strada statale 601 - Dal raccordo anulare, imboccare la superstrada SS 148 “Pontina”, uscita Pratica di Mare.
Spiaggia di sabbia bianca e contornata da dune e da vegetazione tipica della zona e un bel mare pulito.
Come raggiungere la Spiaggia.
In Auto: Arrivati sul Grande Raccordo Anulare, bisogna imboccare lo svincolo per Via Cristoforo Colombo, Direzione Ostia Lido.
Percorrere Via Cristoforo Colombo e girare in Via Severina (SS601), dopo circa soli 3 chilometri sarete arrivati alla Spiaggia di Capocotta.
41°39'39.5"N 12°24'37.8"E

Regione: Lazio
 focene focene1
SPIAGGIA NATURISTA UFFICIALE
Autorizzata alla pratica naturista dalle Amministrazioni locali.

Spiaggia di Focene
Fiumicino (RM)

Tratto di spiaggia di sabbia sul litorale romano

La spiaggia è stata autorizzata alla pratica del naturismo dal Comune di Fiumicino durante l'inverno 2015 con delibera comunale di regolamentazione delle destinazioni d'uso delle spiagge del litorale di competenza.

Sembra che sia in vigore il divieto di balneazione. L'area non dispone di alcun servizio, quindi munirsi di tutto quanto è necessario.

GPS: Lat. 41.787000, Long. 12.223000


Regione: Abruzzo
abruzzo lidomorge01abruzzo lidomorge02
SPIAGGIA NATURISTA UFFICIALE
Autorizzata alla pratica naturista dalle Amministrazioni locali.

Lido le Morge
Torino di Sangro (CH)

La spiaggia di Le Morge è caratterizzata dalla presenza di un grande scoglio (denominato "lo scoglione" - morge significa infatti scoglio nel dialetto locale) un tempo situato nel mare e collegato alla spiaggia da un tombolo, ma che gli anni e le maree hanno portato a un'unione permanente con la costa. Lo scoglione venne utilizzato come roccia di ancoraggio per un trabocco, demolito negli anni '60 e recentemente ricostruito.
Il tratto recentemente autorizzato alla pratica naturista si trova poche centinaia di metri più a nord del trabucco, chiaramente indicato da apposita cartellonistica e si estende per 200 metri circa.
Nonostante la recente autorizzazione è frequentata da centinaia di naturisti, specie il sabato e la domenica in alta stagione, provenienti non solo dalle zone limitrofe ma anche da fuori regione e dall'estero nel periodo vacanziero.

Spiaggia autorizzata alla pratica naturista, con delibera n. 26/2016 del Comune di Torino di Sangro su richiesta dell'Associazione Naturista Abruzzese (A.N.AB.).

GPS: Lat. 42.216341, Long. 14.580467


Region: Campania
camerota campania camerota011
SPIAGGIA NATURISTA UFFICIALE
Autorizzata alla pratica naturista dalle Amministrazioni locali.

Spiaggia del Troncone a sud di Cala Finocchiaro
Marina di Camerota (Salerno)

La spiaggia è immersa nel Parco nazionale del Cilento e Vallo di Diano, considerato dall'Unesco quale patrimonio mondiale dell'umanità e riserva della biosfera.
Il tratto di spiaggia naturista e' nascosto da un costone di roccia che la mette al riparo dalla vista della strada, e' costituito da 3 calette: la prima venendo dal parcheggio e' decisamente piccola, consentendo la presenza di 7/8 persone comode al massimo, la seconda grande piu' del doppio in cui possono stare comode una ventina di persone, ed in fine la terza, la piu' grande, raggiungibile bagnandosi i piedi fino alle caviglie (con mare calmo), che puo' ospitare tranquillamente 150 persone forse piu'
In totale è un tratto di spiaggia lungo circa 400 metri.
La spiaggia composta da un mix di ciotoli, sassolini e sabbia grossa, l'acqua è sempre pulita anche in condizioni di mare agitato.
Indicazioni stradali per raggiungerla:
A3 SA-RC uscita Buonabitacolo, da Buonabitacolo prendere la superstrada per Policastro, quasi arrivati a Policastro imboccare altra superstrada per Palinuro.
Finita la superstrada si costeggia il fiume mingardo (SS Mingardina appunto) fino ad arrivare al bivio Palinuro/M.na di Cameerota, a quel bivio girare a sinistra ed oltrepassata la seconda galleria accostate a destra e parcheggiate.
Siete arrivati al lido "I Trettrè", scendete in spiaggia e cammimando verso sinistra arriverete alla zona naturista.

Regione: Sicilia
 bulala bulala
SPIAGGIA NATURISTA UFFICIALE
Autorizzata alla pratica naturista dalle Amministrazioni locali.

Spiaggia di Bulala
Gela (CL)

Lungo tratto di spiaggia di sabbia in ambiente dunale che si estende per ben 6 km.

il Comune di Gela ha autorizzato alla pratica naturista un lungo tratto di spiaggia in contrada Bulala (nei pressi del Biviere), delimitati dalla foce orientale del canale Scolmatore e dalla foce del fiume Dirillo, con delibera n. 171/2016 che disciplina l'uso degli arenili di competenza.
Tuttavia il tratto di litorale è in parte contaminato da anni di utilizzo indiscriminato come discarica abusiva di vari materiali.

GPS: Lat. 37.034300, Long. 14.300100


Regione: Sardegna
 portoferro01portoferro05portoferro06 
SPIAGGIA NATURISTA UFFICIALE
Autorizzata alla pratica naturista dalle Amministrazioni locali.

Spiaggia di Porto Ferro
Sassari

Tre cale di sabbia beige di grana grossa in una baia dall’ambiente naturale intatto.

La spiaggia di Porto Ferro si trova lungo la costa nord occidentale della Nurra di Sassari-Alghero, tra il promontorio di Capo Caccia e l’Argentiera. Si tratta di una lunga baia sabbiosa di circa 1600 metri di lunghezza in un ambiente naturale ancora incontaminato, esposta ai venti occidentali, soprattutto maestrale e libeccio. Alle spalle della spiaggia si trovano un esteso sistema dunale e una pineta artificiale che separano il litorale dal vicino lago di Baratz, unico lago naturale della Sardegna. In tutta l’area non esistono insediamenti turistici. In prossimità del parcheggio principale è presente un bar ristoro con annesso piccolo ristorante griglieria (Il Baretto di Porto Ferro). Nelle aree agricole circostanti della Nurra di Alghero sono presenti numerosi agriturismi e B&B, mentre nella vicina baia di Porto Conte – Capo Caccia sono presenti anche hotel, villaggi turistici e camping. Dal 2016 la spiaggia di Porto Ferro ha ottenuto il riconoscimento internazionale di “Bandiera Blu”, rilasciato dalla FEE, Foundation for Environmental Education, non solo per la qualità delle acque di balneazione ritenute eccellenti, ma anche come località che è espressione di una politica di una buona gestione eco-orientata, con accessibilità a tutte le categorie di fruitori e presenza anche di un tratto autorizzato per gli animali d’affezione (“Dog Beach”).

Nel luglio del 2016 la Regione Autonoma della Sardegna ha approvato la nuova LEGGE REGIONALE 28 LUGLIO 2017, N. 16 - Norme in materia di turismo, che al Capo III – art. 36 – Turismo naturista riconosce la pratica del naturismo e autorizza i Comuni ad istituire spiagge attrezzate per tale pratica e incentiva lo sviluppo del turismo naturista. Nel 2017 il comune di Sassari ha approvato il Piano di utilizzo del litorale (il PUL) con l’indicazione della spiaggia di Porto Ferro come storicamente vocata alla pratica del naturismo. Grazie ai suddetti strumenti è nato il percorso d’istituzione da parte del Comune di Sassari che ha portato all’ordinanza del luglio 2018 dopo approvazione all’unanimità da parte dell’intero Consiglio comunale di Sassari.

Tutta l’area della spiaggia di Porto Ferro e del lago di Baratz è ricompresa all’intero del Sito d’Interesse Comunitario (SIC) del “Lago Baratz - Porto Ferro ITB011155, area naturale protetta della Rete europea Natura 2000, e quindi sottoposto a conservazione e fruizione sostenibile definiti da un Piano di Gestione specifico, approvato dalla Regione Sardegna e dai Comuni di Sassari e Alghero.

Porto Ferro è un'insenatura profonda nella costa, al termine della quale si trova la spiaggia lunga due chilometri, con una sabbia di color giallo-rossastro da cui prende nome. È chiusa da scogli e rilievi in trachite rossa, sorvegliata per la minaccia dei saraceni ben tre torri di avvistamento spagnole del XVII secolo: torre di Bantine Sale o Torre Mozza a sud, torre Negra o Capo Negro e torre Bianca o di Airadu a nord. Nelle vicinanze sorgeva il villaggio medievale di Barace, i cui abitanti commerciavano il sale. Caratteristica la presenza di bellissime dune di sabbia sormontate da ciuffi di vegetazione, e distese di profumati gigli marini. Il mare ha un fondale prevalentemente sabbioso, con la presenza isolata di qualche scoglio, presente anche lungo l'arenile. Ha una profondità bassa ed una bellissima policromia comprendente le sfumature del verde smeraldo e dell'azzurro cangiante. Alle spalle della spiaggia, oltre le dune, si estende la macchia mediterranea che ricopre di verde anche l'alto promontorio a nord.

La grande baia selvaggia attrae ogni anno un numero consistente di bagnanti per varie attività: turismo naturalistico ed escursionismo, surf e attività sportive, turismo equestre, attività culturali, musicali e artistiche, attività di benessere e educazione ambientale e alla sostenibilità (in prossimità è presente la struttura del CEAS Lago di Baratz – Centro di Educazione ambientale del Comune di Sassari).

GPS: Lat. 40.685856, Long. 8.205784


Regione: Sardegna
 piscinaspiscinas3piscinas4 
SPIAGGIA NATURISTA UFFICIALE
Autorizzata alla pratica naturista dalle Amministrazioni locali.

Spiaggia di Piscinas
Arbus (SU)

spiaggia di sabbia beige di grana grossa in un eccezionale ambiente dunale.

La spiaggia di Piscinas si trova all'interno della Costa Verde tra Capo Pecora e Capo Frasca. Si tratta di una spiaggia molto ampia e selvaggia, esposta ai venti di maestrale, dove la presenza umana si limita a un albergo di lusso, frutto della ristrutturazione dei magazzini a mare delle vicine miniere di Ingurtosu. A 4 km dalla spiaggia, all'interno delle dune, è anche presente un piccolo campeggio con cucina dove è possibile pernottare.

Nel luglio del 2010 il comune di Arbus ha approvato il Piano di utilizzo del litorale (il Pul) che prevedeva la possibilità di destinare un'area alla pratica del naturismo proprio a Piscinas. Da tale progetto è nata la delibera di Giunta che ha autorizzato il turismo naturista.

Le dune di Piscinas sono tra le più grandi in Europa, si spingono verso l’interno per circa 2 km, raggiungendo un’altezza massima di circa 100 metri, altezza peraltro variabile poiché si tratta di dune in movimento, “vive”, che il maestrale modella giorno dopo giorno. L’antica insenatura è stata progressivamente colmata dai detriti portati verso il mare dal Rio Naracauli e dal Rio Piscinas. Diversamente da quelle desertiche, le dune di Piscinas risultano colonizzate e consolidate da una particolare vegetazione che si è adattata al difficile ambiente. La fauna è caratterizzata da pernici sarde, conigli e gatti selvatici, volpi gheppi e poiane. Qui nidifica anche la tartaruga marina “Caretta caretta”, che risale nel bagnasciuga nelle notti di giugno e luglio per deporre le uova nella sabbia. Non è improbabile osservare, nel tardo pomeriggio, qualche cervo in prossimità delle dune o lungo il corso d’acqua.

Ingurtosu è una frazione del comune di Arbus ed è stata insieme a Montevecchio sede di una delle più importanti miniere dalla Sardegna. Oggi è un villaggio semidiroccato e quasi deserto ma, abitato fino alla fine degli anni ’60, era arrivato ad ospitare quasi cinquemila persone ed era il centro direzionale delle miniera di Ingurtosu e di quella vicina di Gennamari, dove si estraevano piombo, zinco e argento. La miniera iniziò la sua attività nel 1855 e all'inizio del XX secolo raggiunse la massima espansione. La prima crisi, con il licenziamento di molti operai, si ebbe nel 1943. Nel dopoguerra l'attività riprese ma il declino era ormai avviato e nel 1968 la miniera fu definitivamente chiusa.

Nel villaggio minerario vi si trovavano il palazzo della direzione, chiamato “il castello”, costruito verso il 1870 in stile neomedievale ad imitazione di un palazzo tedesco e posto in posizione dominante, le abitazioni degli impiegati, la chiesa, lo spaccio, la posta, il cimitero e persino un ospedale.

Lungo la vallata che collega il villaggio al mare si trovano alcuni pozzi minerari, tra cui il pozzo Gal recentemente restaurato, e gli imponenti ruderi della laveria Brassey, costruita nel 1900, in località Naracauli. La vallata termina poi nelle splendide Dune di Piscinas dove i minerale estratto veniva trasportato con una piccola ferrovia, costruita nel 1871, per essere imbarcato.

Oggi Irgurtosu è un monumento di archeologia industriale mineraria e fa parte di una vasta area dichiarata “patrimonio culturale dell’umanità” dall’Assemblea Generale dell’UNESCO e del nascente Parco Geominerario Storico e Ambientale della Regione Sardegna.

GPS: Lat. 39.530261, Long. 8.440318

 

NATURISMO TOLLERATO

 

Regione: Liguria
liguria guvano01liguria guvano2

Spiaggia di Guvano
Corniglia 5 Terre La Spezia

Naturismo tollerato - spiaggia presidiata da un'Associazione Naturista e frequentata da naturisti

Spiaggia di Guvano si trova nel parco delle 5 Terre.
dalla stazione di Corniglia si entra a piedi in galleria; dopo ca.1,5 km si arriva alla spiaggia


Regione: Friuli Venezia Giulia
friuli barbari001friuli barbari002

Spiagge Sorgenti Aurisina e Costa dei Barbari  Beaches
Trieste

Naturismo tollerato - spiaggia presidiata da un'Associazione Naturista e frequentata da naturisti

Spiagge Sorgenti Aurisina
Giungendo alla frazione Canovella De' Zoppoli nel comune di Duino Aurisina, superato il porticciolo e le spiagge tessili proseguendo lungo l'arenile
proseguire per 10 minuti lungo si può raggiungere in 10 minuti la zona naturista e successivamente quella dei Filtri. Queste sono le spiagge storiche del naturismo a Trieste; sono molto selvagge ed anche nei fine settimana estivi la tranquillità non manca.
Raggiungibile dalla strada costiera attraverso un sentiero nel bosco o, un po’ più avventurosamente proseguendo lungo l’arenile, sono vicine ed accessibili le spiagge e gli anfratti della Costa dei Barbari. Anche questa zona è storicamente naturista, selvaggia e tranquilla.

La Spiaggia Costa dei Barbari fa parte del comune di Duino Aurisina ed è delimitata a nord ovest dalla cava di Sistiana e a sud est dall'Hotel Europa.
Si tratta di una bellissima spiaggia di ghiaia e tipici ciottoli dell'alto adriatico, incorniciata da una suggestiva e profumata vegetazione mediterranea. La spiaggia non offre alcun tipo di servizio nè esistono edifici e strutture turistiche a ridosso di essa, motivo per cui mantiene tutt'oggi integra la sua bellezza naturalistica ed è quasi sempre poco affollata e tranquilla.
Il mare è molto bello, azzurro, cristallino e straordinariamente trasparente, ideale per nuotare e fare il bagno.
raggiungibile dalla Strada Costiera, provenendo da Monfalcone, si deve andare verso l'abitato di Sistiana, poco prima del quale si lascia l'auto all'interno di una curva ormai chiusa al traffico e divenuta parcheggio.
Di lì partono poi diversi sentieri che scendono a picco sul mare.


Regione: Emilia Romagna
dante1emila dante02

Spiaggia della Bassonia Lido di Dante
Lido di Dante Ravenna

Naturismo tollerato - spiaggia presidiata da un'Associazione Naturista e frequentata da naturisti

La spiaggia situata a Lido di Dante nei Lidi ferraresi ed è adicente al campeggio Camping Classe.
Costituita da sabbia fine e caratterizzata da un fondale basso e sabbioso dolcemente degradante in mare.
Spiaggia storica frequentata dai Naturisti oggi è stata divisa in tre aree e di queste una sola accessibile ai bagnanti, le altre aree della riserva è interdetto l’accesso alle persone al fine di salvaguardare le dune costiere e l’avifauna presente. Si raccomanda quindi di attenersi a quanto prescritto dall’apposita cartellonistica presente in loco.
Address:
Lido di Dante - 500 tri a sud del campeggio (con area Naturista) Camping Classe.

Regione: Toscana
toscana alberese001toscana alberese002

Spiaggia Marina di Alberese
Parco dell'Uccellina Grosseto

Naturismo tollerato - spiaggia presidiata da un'Associazione Naturista e frequentata da naturisti

Bellissima spiaggia di sabbia fine e dorata lambita da una magnifica pineta.
In loco si trova un parcheggio che nei mesi estivi è a pagamento. Il biglietto, automatizzato, è disponibile direttamente al parcheggio.
La caratteristica principale di questo litorale è la natura selvaggia che la incornicia, la vegetazione che arriva a lambire la sabbia e a fornire degli utili e gradevoli punti d'ombra. Non mancano punti di ristoro, come La Viola o La Papaya, dove concedersi degli spuntini a base di prodotti tipici, freschi e gustosi. Il mare trasparente e cristallino è assolutamente all'altezza dell'ambiente circostante e sarà in grado di regalarvi magnifiche suggestioni.
La spiaggia Naturista si trova a circa 2Km verso Sud della spiaggia del Parco, circa 25 minuti di cammino sulla spiaggia, dal punto in cui si lascia la macchina al parcheggio.
Il bagno in queste acque è raccomandato agli amanti della natura pura e incontaminata, lontano dai clamori delle località turistiche più affollate.

 

SPIAGGE LIBERE

 

Regione: Liguria
liguria balzirossimortola01
Spiagge libere frequentate da Naturisti
Spiaggette dei Balzi Rossi & altre limitrofe
Capo Mortola Ventimiglia
 Si tratta di una serie di piccole spiagge comprese nella zona di Capo Mortola, tra Latte ed i Balzi Rossi, nel territorio di Ventimiglia, lungo l’Aurelia. Le spiaggette sono di accesso piuttosto difficile (si devono scendere dei sentieri piuttosto ripidi, nonché attraversare la sede ferroviaria), ma la frequentazione naturista (anche francesi, dato che il sito è presente su molte guide internazionali) è piuttosto alta e costante.

Regione: Emilia Romagna
emilia volano
Spiagge libere frequentate da Naturisti
Spiaggia Lidi di Volano
Volano Comacchio Ferrara

Lido di Volano - a nord del paese.
In provincia di Ferrara e’ nata una nuova spiaggia naturista, cugina della piu’ famosa Lido di Dante, questa nuova spiaggia si si trova a Lido di Volano.
Molto piu’ piccolo (qualche centianaio di metri per il momento, anche se molto profonda e con alle spalle una profumatissima pineta) e molto piu’ tranquilla di Lido di Dante, Volano, e’ gia’ area di riferimento di molti turisti austriaci, e quindi la nuova spiaggia è candidata ai grandi numeri.
Questo luogo è una zona particolarmente adatta al naturismo: è selvaggia, incontaminata, priva di dune , al punto che già in passato è stata meta di naturisti.
Per raggiungerla, una volta arrivati a Lido di Volano, chiedete del Bagno Una striscia di sabbia qualche centinaio di metri a sinistra del bagno Cormorano. Arrivati a questo punto, si va a sinistra, verso Chioggia, si cammina 1 minuto neppure e si arriva all’area naturista che è subito dopo la montagnetta di sabbia, visibilissima.
L’area e’ delimitata da un cartello che indica la pratica del naturismo.


Regione: Toscana
toscana free001toscana free003toscana free002
Spiagge libere frequentate da Naturisti
Spiaggia Marina di Alberese
Capalbio Grosseto
Si trova nel cuore del Parco Regionale della Maremma, nei pressi di Capalbio.
In un ambiente incontaminato la spiaggia si caraterrizza per la sua sabbia fine il mare pulito e una natura selvaggia.
Raggiunto il parcheggio sul mare di Marina di Alberese, si prosegue lungo la spiaggia in direzione sud, dopo quasi 2 km di cammino superata la zona o ccupata dai tessili inizia la spiaggia o ccupa dai naturisti.

Spiaggia Marina di Bibbona
Bibbona Livorno
A Marina di Bibbona si parcheggia l'auto nel piazzale antistante il campeggio al centro della località, si segue il sentiero fino al mare, proseguendo poi in direzione sud per circa 15 minuti. Qui sono presenti anche bagnanti che non scelgono il naturismo, per cui bisogna essere molto rispettosi, in quanto molti vengono in questa zona anche per la bellezza della spiaggia.

Spiaggia La Feniglia
Monte Argentario Grosseto
Altra opzione è la parte meridionale del promontorio del Monte Argentario, dove c'è la spiaggia detta "la Feniglia". Vi si arriva attraversando a piedi una bellissima pineta oppure, da Porto Ercole, camminando lungo la spiaggia. I naturisti si concentrano nella parte centrale della spiaggia, meno frequentata.

Spiagge all'Isola d'Elba
Fetoia - Barabarca

Isola d'Elba
Sull'Isola d'Elba, si può tenere presente la spiaggia Acquarelli Capoliveri, così come quella di Fetovaia.
Famose sono le Piscine, luogo adibito al naturismo conosciuto anche all’estero. Si percorre la provinciale che da Marina di Campo arriva fino a Fetovia, prima di questa e subito dopo Seccheto, ci sono due parcheggi dove lasciare le auto.
Per gli amanti delle scogliere pianeggianti, c'è poi Barabarca.
Si prende la provinciale che sale verso Capoliveri, seguendo le indicazioni per Barabarca, fino ad arrivare al parcheggio delle spiagge.

Regione: Marche
marche portonovo
Spiagge libere frequentate da Naturisti
Spiaggia Scoglio della Vela
Portonovo – Ancona
La spiaggia de La Vela si trova a Portonovo.
Dal paese si scende verso il mare e una volta raggiunta la spiaggia si cammina verso sud, oltrepassando la chiesetta si cammina finchè non si raggiunge lo scoglio della Vela. A questo punto si deve scalare uno scoglio molto alto.
Ci sono sempre delle corde che aiutano, ma la scalata è abbastanza pericolosa e conviene andare con scarpe adatte e preferibilemete con uno zaino in modo da avere le mani libere. Superato lo scoglio si può decidere di fermarsi alla spiaggetta della Vela o continuare fino a quella dei Gabbiani o magari fermarsi in qualche posto intermedio.

Regione: Lazio
lazio severa0020lazio arenauta
Spiagge libere frequentate da Naturisti
Spiaggia di Santa Severa
Santa Marinella Roma
La spiaggia naturista si trova nei pressi del Castello di Santa Severa.
Attraversare il tratto di  spiaggia frequentato dai tessili sul lato destro del castello, poi girare intorno al castello sulle rocce dal lato mare, potrebbe essere necessario camminare con i piedi in acqua per alcuni metri. Dall'altro lato c'è una spiaggia frequentata dai naturisti, ma la prima parte è un sito archeologico, quindi bisogna camminare per un centinaio di metri più in direzione della base militare.
Attenzione: a un chilometro si trova la Riserva Naturale di Macchiatonda, gestita dal WWF, dove la la pratica della nudità è vietata a per la frequentazione dei turisti tessili e per la presenza della guardia forestale.

Spiaggia dell'Arenauta
Gaeta - Latina
La spiaggia è posizionata nella baia tra Monte a Mare e Torre Scissure subito a nord della spiaggia dell'Ariana.
Dalla strada Litoranea non si vede perchè è protetta dalla roccia scoscesa.
La sabbia fine e dorata e l'acqua trasparente rendono questo posto un vero angolo di paradiso.
Ancora oggi resta uno dei rari tratti di costa veramente naturali e selvaggi, nonostante la lenta e progressiva invasione di "spontanee" attività di balneazione organizzata.

Regione: Campania
campania concadeimarini001
Spiagge libere frequentate da Naturisti
Spiaggia dell'Arsenale
Capri
Spiaggia naturista in fondo alla via Krupp, quasi a Marina piccola.
La spiaggia dell’Arsenale è praticamente l’unica spiaggia libera di Capri, ricoperta da un tappeto di ciottoli. Vi si arriva partendo dal paese e seguendo la bella via Krupp, voluta dal magnate tedesco dell’acciaio innamorato dell’isola, da cui ha preso il nome: da questa strada, che si adatta al costone roccioso con tornanti a gomito, si godono incredibili vedute sulla costa, prima di raggiungere il percorso che conduce a Marina Piccola.

Regione: Sardegna
sardinia beaches002sardinia beaches003sardinia beaches001
Spiagge libere frequentate da Naturisti
Cala di Volpe
Olbia
Cala di Volpe è compresa nella parte sud della Costa Smeralda, si trova nel territorio del Comune di Arzachena, nella provincia di Olbia-Tempio.
Tutto il territorio intorno a Cala di Volpe affascina per la bellezza delle spiagge e la qualità del suo mare. Cala di Volpe è composta da diverse spiagge di piccole dimensioni, ricoperte di vegetazione mediterranea e boschetti di ginepri piegati verso il mare dal vento di Maestrale, dai quali spuntano modellate rocce di granito rosa. Il naturismo viene praticato nell'ultima parte verso la spiaggia detta Long Beach
Come arrivarci:
partendo da Olbia proseguiamo sulla S.S. 125 per Palau; dopo 7,2 km svoltiamo a destra in direzione Costa Smeralda (S.P. 73). A questo punto procediamo per 7,6 km e giriamo a destra (S.P. 94): dopo 8 km svoltiamo a destra per Cala di Volpe. Percorriamo 100 m e giriamo a destra in una strada non asfaltata: dopo circa 1 km arriviamo alla spiaggia di Cala di Volpe.
Le spiaggette sono protette dal verde promontorio di Capriccioli.

Cala Gonone
Olbia
Cala Gonone si raggiunge da Olbia in macchina in un’oretta e mezza, la strada è tranquilla, tranne che nell’ultimo tratto.
Scendete verso il porticciolo di Cala Gonone e continuate a camminare verso sinistra, superando il porto. Troverete una scogliera che prosegue a perdita d’occhio ai piedi di un costone di collina. Se guardate l’acqua vicino agli scogli, potreste notare una strisciata di verde nell’azzurro incredibile: quello è il punto in cui arriva un corso d’acqua dolce che si immette direttamente in mare. Molto molto d’effetto.
Seguendo il comodo sentierino sul fianco della collina (non vi perdete alla fonte, se scendete agli scogli sarà difficile proseguire il cammino, cercate di rimanere sul sentiero), potete arrivare alla spiaggia frequenatata dai naturisti.

Muravera Beach
Feraxi Muravera
La Spiaggia Feraxi di Muravera è una deliziosa spiaggetta in uno dei tratti di costa meno battuti dai flussi turistici e quindi particolarmente affascinante. Il litorale è lungo circa 3 chilometri ed è caratterizzato da una bella sabbia fine e chiara, ed è bagnato da un mare trasparente e cristallino con un fondale basso.
La spiaggia è facilmente raggiungibile ed offre più di un itinerario per arrivarci. Il più semplice è quello che si snoda da Costa Rei fino a Capo Ferrato, per imboccare poi la strada sterrata che va verso nord e percorrerla per 5 chilometri. Dopo una serie di curve in discesa si incontra un bivio che sulla destra porta alla spiaggia.

Spiaggia Porto Saruxi
Villasimius Cagliari
La Spiaggia Porto Sa Ruxi di Villasimius, come le successive del Giunco e di Punta Molentis, è compresa nel Parco Geomarino di Capo Carbonara. Porto Sa Ruxi, che in realtà è un tratto di costa in cui si inseriscono tre diverse spiaggette, è caratterizzata da una sabbia a grani grossi mista a scogli ed è dominata da morbide dune di sabbia. Alle spalle del litorale si trova inoltre una bella macchia mediterranea e alberi di ginepro.
Per giungervi bisogna percorerre da Cagliari la litoranea per Villasimius. Superato il promontorio di Capo Boi, dopo alcuni tornanti sulla destra si incontra una strada sterrata che porta alla spiaggia.

Regione: Sicilia
sicilia 001sicilia 002sicilia 004
Spiagge libere frequentate da Naturisti
Spiaggia Fondaco Parrino
Taormina Messina
Un’altra spiaggia che merita di essere nominata è Fondaco Parrino. La spiaggia si trova in provincia di Messina, tra Letojanni e Sant’Alessio, a pochi km dalla splendida Taormina. Per raggiungere la spiaggia bisogna uscire al casello autostradale di Taormina e andare verso il paese di Letojanni, quindi proseguire fino al camping Paradise: da qui è possibile accedere alla spiaggia nudista.
Oppure, se non si vuole pagare l'ingresso al campeggio, si può posteggiare nel parcheggio poco più avanti dell'ingresso del camping e raggiungere la spiaggia passando sotto il tunnel della ferrovia.

Spiaggia di Marianelli- Vendicari
Noto Siracusa
si trova all’interno della riserva naturale di Vendicari, sulla costa ionica della Sicilia sud orientale.
Quattro sono gli accessi alla riserva, uno in zona Eloro, il più a nord, uno in zona Calamosche, uno all’altezza di Torre Svava e rappresenta l’ingresso principale della riserva e infine quello di Cittadella deiMaccheri, sede dell’insediamento bizantino di cui resta un tempietto e la necropoli.
La spiaggia di Marianelli è raggiungibile da due accessi, il primo, più comodo, è dal parcheggio a pagamento della spiaggia di Eloro, si parcheggia la macchina e si prosegue a piedi lungo la spiaggia (a destra guardando il mare), si supera il fiume Tellaro, si supera una scogliera e ci si trova nella seconda spiaggia, quella di Marianelli. Il secondo punto di accesso è dalla statale Noto-Pachino,superato il bivio della Villa Romana del Tellaro, si prende la prima stradella sulla sinistra con il pannello verde della Riserva di Vendicari, fino a uno spiazzo che è un parcheggio incustodito davanti alla sede della Forestale. Si prosegue per un tratto a piedi fra i campi fino alla spiaggia.

Spiaggia Capo Gallo
Mondello Palermo
La riserva naturale di Capo Gallo si trova all’interno del circondario di Palermo, il monte Gallo separa i due più importanti e conosciuti golfi di Palermo: il golfo di Mondello e quello di Sferracavallo.
Nella parte centrale della riserva, sotto il monte Gallo, vi è un faro che ne segnala la posizione.
La costa è completamente costituita da formazioni rocciose, le quali rendono difficile, o pressoché impossibile raggiungere il lato opposto della riserva.
Il naturismo è praticato, se si accede dal lato di Mondello, nella porzione di riserva dopo il faro, alla fine del sentiero ed è segnalatacon una scritta su di una formazione rocciosa.
Il naturismo è anche praticato nella parte centrale della riserva entrando dal lato di Sferracavallo.

Spiaggia Casello 41
Foce del Belice Trapani
Questa spiaggia prende il nome dall’ex casello ferroviario che segna il confine tra la zona percorribile in auto e l’inizio del sentiero che porta, dopo pochi minuti di camminata, all’omonima spiaggia.
La spiaggia si trova all’interno della riserva naturale della Foce del Belice. Il litorale è sabbioso ed è costellato da piccole dune che si spostano sotto l’azione dei venti. La riserva è stata costituita per favorire la conservazione e la ricostruzione delle zone dunali, della flora e della fauna tipica degli ambienti sabbiosi.
Pure se storicamente frequenata da naturiti, oggi la possibilità di praticare naturismo rimane ottima solo in bassa stagione, mentre bisogna avere qualche accortezza in più nei periodi di alta stagione e nei giorni festivi.
La spiaggia si raggiunge con estrema facilità: prendendo l’uscita per Castelvetrano seguire le indicazioni prima per Selinunte e dopo per il Paradice Beach Hotel, una volta arrivati davanti il Paradice Beach continuare per circa 1 km, finché troverete, sulla vostra destra, due strade sterrate che si imboccano quasi in contemporanea, prendere quella di destra e dopo un centinaio di metri vi troverete al famoso Casello 41.
Il parcheggio è piccolo e permette la sosta a poche macchine, dopo aver parcheggiato l’auto seguire il sentiero che inizia a destra del casello e si raggiunge la spiaggia dopo pochi minuti.

Spaggia Capo Feto
Mazzara del Vallo Trapani
La spiaggia di Capo Feto prende il nome dall’omonima riserva, si estende per 5 km e dista pochi km in direzione ovest dalla città di Mazzara del Vallo.
La riserva è una delle ultime zone umide sopravvissute in Sicilia, e per questo rappresenta un luogo di interesse comunitario e si estende per 453 ettari.
La spiaggia è delimitata e protetta da un cordone di magnifiche dune ed è una meta storica per la pratica del naturismo.
La spiaggia si raggiunge dall’estremità ovest del lungomare Fata Morgana di Mazzara del Vallo, oltre la zona di Tonnarella, per poi imboccare via Mafalda di Savoia.
Dopo circa 700 metri si trova l’ingresso della riserva, ma non vi è consentito l’entrata con veicoli a motore, quindi bisogna lasciare la macchina e proseguire a piedi in direzione ovest.

Spiaggia Eraclea Minoa
Cattolica Eraclea - Agrigento
Eraclea Minoa prende il nome dall’antica città greca (chiamata appunto Minoa) i cui resti oggi costituiscono uno straordinario sito archeologico, situato all’interno del comune di Cattolica Eraclea.
La porzione di spiaggia frequentata dai naturisti si estende da Capo Bianco alla foce del fiume Platani, la spiaggia fa parte della riserva naturale orientata Foce del Fiume Platani.
Si estende per circa 5 km ed è caratterizzata da sabbia dorata finissima, che si alterna in alcuni punti a piccole distese di ciottoli.
Per raggiungere la spiaggia lasciare la statale 115 (Sciacca-Agrigento) all'uscita "Riserva del fiume Platani", a questo punto basta seguire le indicazioni che portano fino alla riserva.
Una volta lasciata l'auto, percorrere l'intera riserva in direzione est, attraversare la pineta e portarsi sulla spiaggia.

Spiaggia di Torre Salsa
Siculiana Agrigento
Spiaggia all'interno della riserva naturale che prende il nome dell’omonima torre di avvistamento, costruita nella seconda metà del XVI secolo, come punto di avvistamento dai possibili attacchi saraceni.
La costa è costituita quasi esclusivamente da sabbia finissima, in diversi punti della spiaggia si affacciano stupende formazioni rocciose costituite da marna bianca.
La riserva è gestita da l wwf che si occupa, oltre alla salvaguardia della riserva, alla gestione dei numerosi studi scientifici sulla flora e sulla fauna del territorio.
La zona frequentata abitualmente dai naturisti è rappresentata dalla seconda metà di spiaggia chiamata Funcitella.
Per raggiungere la spiaggia bisogna immettersi sulla strada statale Sciacca -Agrigento, all’altezza di Montallegro si trova lo svincolo per Torre Salsa, seguire le indicazioni per Torre Salsa riserva naturale, gli ultimi 2 km di strada sono rappresentati da una strada sterrata che vi porterà ad un ampio parcheggio in terra battuta, quest’ultima parte (chiamata pantano) è percorribile solo nei mesi estivi.

Isole Eolie

Spiaggia Canneto
Isola di Lipari
A Lipari, una zona tradizionalmente frequentata dai naturisti è Canneto, situata sulla costa orientale dell'isola, circa 3 chilometri a nord del paese di Lipari. Si tratta di una bella spiaggia scura di ghiaia mista a sabbia ed in certi tratti ciottolosa, chiusa in una baia molto suggestiva e bagnata da un bel mare turchese e limpido. Il litorale è molto lungo e non molto ampio.

Isola di Pantelleria

Il naturismo viene praticato in molte calette, ma le zone di maggiore concentrazione naturista si trovano lungo la costa nord-est dell’isola.
Tra le principali calette frequentate dai naturisti troviamo Punta Gattara, Laghetto delle Ordine, Scarpetta di Cenerentola, Cala Cottone, Punta Guardia Vecchia, Punta Gadir. Un altro posto ad esclusiva frequentazione naturista si trova dietro il famoso Arco dell’Elefante, nella zona sud troviamo la scogliera di Martingana, mentre sulla costa ovest l’unico posto segnalato per la pratica naturista è Vela, presso Scauri. Molto importante da sottolineare è la possibilità di praticare naturismo tutto l’anno grazie alle numerose sorgenti di origine vulcanica presentinell’isola.

 

Spiaggia Fondaco Parrino
Taormina Messina
Un’altra spiaggia che merita di essere nominata è Fondaco Parrino.
La spiaggia si trova in provincia di Messina, tra Letojanni e Sant’Alessio, a pochi km dalla

splendida Taormina.
Per raggiungere la spiaggiambisogna uscire al casello autostradale di Taormina e andare verso il

paese di Letojanni, quindi proseguire fino al camping Paradise: da qui è possibile accedere alla

spiaggia nudista.
Oppure, se non si vuole pagare l'ingresso al campeggio, si può posteggiare nel parcheggio poco più

avanti dell'ingresso del camping e raggiungere la spiaggia passando sotto il tunnel della ferrovia.
La spiaggia di Marianelli- Vendicari
Noto Siracusa
si trova all’interno della riserva naturale di Vendicari, sulla costa ionica della Sicilia sud

orientale.
Quattro sono gli accessi alla riserva, uno in zona Eloro, il più a nord, uno in zona
Calamosche, uno all’altezza di Torre Svava e rappresenta l’ingresso principale della riserva e

infine quello di Cittadella deiMaccheri, sede dell’insediamento bizantino di cui resta un tempietto

e la necropoli. La spiaggia di Marianelli è raggiungibile da due accessi, il primo, più comodo, è

dal parcheggio a pagamento della spiaggia di Eloro, si parcheggia la macchina e si prosegue a
piedi lungo la spiaggia (a destra guardando il mare), si supera il fiume Tellaro, si supera una

scogliera e ci si trova nella seconda spiaggia, quella di Marianelli. Il secondo punto di accesso è

dalla statale Noto-Pachino,superato il bivio della Villa Romana del Tellaro, si prende la prima

stradella sulla sinistra con il pannello verde della Riserva di Vendicari, fino a uno spiazzo che è

un parcheggio incustodito davanti alla sede della Forestale. Si prosegue per un tratto a piedi fra i
campi fino alla spiaggia.
Spiaggia Capo Gallo
Mondello Palermo
La riserva naturale di Capo Gallo si trova all’interno del circondario di Palermo,
Il monte Gallo separa i due più importanti e conosciuti golfi di Palermo: il golfo di Mondello e

quello di Sferracavallo.
Nella parte centrale della riserva, sotto il monte Gallo, vi è un faro che ne segnala la posizione.

La costa è completamente costituita da formazioni rocciose, le quali rendono difficile, o pressoché

impossibile raggiungere il lato opposto della riserva.
Il naturismo è praticato, se si accede dal lato di Mondello, nella porzione di riserva dopo il faro,

alla fine del sentiero ed è segnalatacon una scritta su di una formazione rocciosa.
Il naturismo è anche praticato nella parte centrale della riserva entrando dal lato di

Sferracavallo.
La costa presente nella zona dove si pratica il naturismo è quella che risente maggiormente della

presenza del monte Gallo, addirittura nei mesi invernali il monte riesc e a coprire i raggi del sole

anche nelle ore centrali, lasciando la zona completamente all’ombra per diversi mesi.

 

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Per continuare a navigare su questo sito clicca sul link accetta